Avvelenamento da popcorn. Risarcito con 7 milioni di dollari.

avvelenato-popcorn-wayne-watson

 

Lentamente si stava avvelenando il sistema respiratorio, inalando il profumo del burro artificiale dei suoi amati popcorn. Wayne Watson, uno statunitense 59enne residente a Centennial, nel Colorado, ora deve essere risarcito, sia dalla ditta produttrice dei popcorn, sia dal rivenditore, con ben 7,2 milioni di dollari. La colpa è di non aver informato correttamente i consumatori dei rischi che correvano mangiando quei popcorn da mettere nei microonde. 

Wayne adesso soffre di bronchiolite obliterante, una malattia cronica e irreversibile che rende difficile la respirazione, diagnosticata nel 2007 al Denver’s National Jewish Health, un centro specializzato nella cura delle malattie respiratorie. È stata causata da un ingrediente contenuto in quel mais scoppiato che ha consumato a lungo: il diacetile.

Dopo ben 24 ore di camera di consiglio, e 9 giorni di processo, i giudici hanno stabili che a pagare l’80% del risarcimento sia l’azienda produttrice; il restante 20% è invece a carico della catena di negozi che vendeva il prodotto. Tutte e due le società hanno immediatamente fatto sapere che faranno ricorso contro la decisione della Corte.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...